Contro Taranto. Non per odio ma per amore. A proposito di narratori tarantini più o meno “giovani”…

Contro Taranto.       Non per odio ma per amore.   A proposito di narratori tarantini più o meno “giovani”…                    C’è un interessante gruppo di giovani e giovanissimi narratori (e qualche meno giovane, pure…) di origini tarantine, ma tutti espatriati, chi prima chi dopo nel corso della vita, che ha pubblicato o sta pubblicando testi interessanti, di … Continua a leggere

Gli “Algoritmi” poetici di Giuseppe Mazzarino (portofranco, taranto, luglio 2007)

Taranto. Portofranco pubblica una nuova silloge poetica.       Gli “algoritmi” di Giuseppe Mazzarino         Il giornalista Giuseppe Mazzarino continua a scandire, tappa dopo tappa, il proprio percorso poetico.       Coi tipi delle edizioni portofranco di Taranto, Mazzarino è uscito allo scoperto, dopo le sporadiche presenze su riviste studentesche, come “La Sferza” o su … Continua a leggere

“Il cadetto” di Cosimo Arrgentina potrebbe, finalmente, essere ristampato

Cosimo Argentina, Il cadetto, Marsilio, 1999 (244 pagine, 14,46 euro)    Son finalmente riuscito a procurarmi una copia del romanzo di esordio di Cosimo Argentina, “Il cadetto” (Marsilio, 1999), praticamente irreperibile e del quale sta per uscire finalmente una riedizione. Ho letto con piacere e con partecipazione gli altri libri di Mimmo, dall’avvincente e rievocativo “Cuore di cuoio” allo strepitoso … Continua a leggere

« Ieri, 29 settembre », gioiose cronache di un liceo così lontano… che sembra un liceo di oggi!

Scorpione Editrice ha da poco pubblicato (disponibile nelle migliori librerie di Taranto e in selezionate edicole) “Ieri, 20 settembre. Gli anni del liceo Archita come un album di Lucio Battisti”, la prima opera di narrativa del giornalista e saggista Giuseppe Mazzarino.   « “Il Leviatano di Hobbese si divide in tce parti: De corpore, De cive…” “‘stramuert!!”, interrompe fragorosamente con una dialettale, … Continua a leggere

Cesare Giulio Viola, torna in libreria un testimone della “cultura della crisi”

In occasione del cinquantenario della morte, la piccola e raffinata casa editrice Scorpione di Taranto ristamperà i tre romanzi di Cesare Giulio Viola, poliedrico intellettuale tarantino emigrato a Roma ed attivo come drammaturgo, poeta, giornalista, romanziere e, soprattutto, sceneggiatore per il cinema (è uno dei pochi italiani ad aver vinto un Oscar, per la sceneggiatura di “Sciuscià”). Scorpione ha già … Continua a leggere